Decreto Sviluppo: credito d’imposta per la ricerca solo per le assunzioni

Il Decreto Sviluppo firmato venerdì 15 giugno 2012 dal Consiglio dei Ministri, prevede, tra le varie misure per la crescita, un credito d’imposta per le imprese che effettuano assunzioni di profili altamente qualificati (dottori di ricerca o laureati magistrali in discipline tecnico-scientifiche impegnati in attività di ricerca e sviluppo). Il credito d’imposta è pari al 35% delle spese effettuate per le nuove assunzioni, con un tetto massimo di € 200.000 a impresa. Non è stato previsto, invece, l’atteso credito d’imposta per gli investimenti in progetti di ricerca e innovazione.

Lascia un commento